Manuale delle anomalie degli annessi fetali

Stampa

sieogmanualedelleanomaliedegliannessifetali2015

 
A cura della SIEOG
Società Italiana di Ecografia Ostetrico Ginecologica
 
 
Volume in brossura 
Formato: 17x24 cm
Pagine: 296
 
Anno pubblicazione: Maggio 2015
 
Prezzo: Euro 85,00
 
ISBN: 88-6135-172-7
978-88-6135-172-1

 

 

 
 
 
 
Il manuale sulle anomalie degli annessi fetali, sulla scia degli altri manuali SIEOG, risponde alle esigenze di una offerta didattica semplice e pratica sugli annessi fetali. L’utilità di una monografia sull’argomento deriva dalle nuove possibilità diagnostiche che la accresciuta tecnologia degli ecografi ha consentito in questi ultimi anni e che in alcuni casi può avere una ricaduta nella pratica clinica. E’ importante rilevare che la letteratura è ricca di studi anche randomizzati che hanno avuto come obiettivo principale il feto mentre le pubblicazioni riguardanti le anomalie placentari, funicolari e del liquido amniotico sono più scarse e riconducibili a casistiche poco numerose se non a case report. L’esigenza di una trattazione dedicata nasce anche dalla necessità di una conoscenza culturale specifica e attuale che tenga conto di quanto la letteratura più recente ha riportato e su come la diagnosi di queste patologie sia fattibile in particolare in pazienti a rischio noto. L’integrità anatomo-funzionale del sistema placenta-cordone è indispensabile per la crescita del feto, per la sua sopravvivenza ed il suo benessere, per cui ogni deviazione dalla norma deve essere opportunamente indagata. Questo manuale affronta le patologie degli annessi fetali più note e di cui si è fatto un aggiornamento in base alle evidenze disponibili, ma affronta anche alcuni argomenti emergenti sia in termini di frequenza che di conoscenze culturali e la cui soluzione comporta un significativo miglioramento dell’outcome materno-fetale. Le anomalie della struttura, del decorso, della spiralizzazione e dell’impianto del cordone ombelicale sono condizioni che se da un lato sono potenzialmente diagnosticabili, non vi è ancora un accordo su come, quando e perchè ricercarle. Parimenti se la diagnosi di placenta previa fa parte del bagaglio culturale della maggior parte dei ginecologhi, non altrettanta attenzione è posta sulla diagnosi di anomala invasione placentare le cui conseguenze possono essere molto gravi in termini di morbilità e mortalità materna. Tutti gli autori dei capitoli hanno prodotto uno sforzo encomiabile nella stesura di contenuti attuali, sintetici e tuttavia ricchi di consigli pratici.